Vai al contenuto

Stiamo lavorando per voi: Marcello Tomasi

29 marzo 2011
M. Tomasi, dalla serie GOOD NEWS Espresso, Music & Fun!

Sono stata assente per un po’ perché ho lavorato al Photoshow e altro, ma oggi torno e per la prima volta scrivo un post su una persona con cui ho collaborato e collaboro: spero di riuscirci senza sbrodolare troppo.

Emil Cioran scriveva: “La timidezza, fonte inesauribile di disgrazie nella vita pratica, è la causa diretta, anzi unica, di ogni ricchezza interiore.”. Credo che questa virtù, anzi questa VIRTU’ sia la caratteristica saliente e rara come il pane fresco al ristorante di Marcello Tomasi.
È giovanissimo però ha un livello tecnico veramente elevato e un bagaglio di esperienze notevole; ma a parte questo, è un ragazzo che ha viaggiato molto, anche con la testa, non solo fisicamente, spesso non in I classe, ha “assaggiato” varie culture, diverse espressioni e se ne è portato a casa un pochino. Inoltre ha un’eleganza e una raffinatezza congenite che si fanno notare sia che fotografi una futura mamma, un bambino vestito di tutto punto o una tazzina di caffè. Raramente, inoltre, ho conosciuto persone che hanno tanto rispetto del lavoro e della professione altrui, per questo auguro a tutti, davvero, di collaborare con lui.
Quello che più mi ha colpito, frequentando il suo studio-casa-rifugio-fucina di idee è il suo approccio al mondo dell’arte – in cui lui “sguazza” come un bambino felice in una piscina d’estate – così trasversale e aperto a qualunque forma di comunicazione. È precisissimo, instancabile, perfezionista e poi, a un certo punto, se ne esce con delle frasi tipo “Photoshop è una pratica molto zen per me”, “Sono cresciuto a kinder al latte” e, uscendo di casa, “La luce la spengo, ma la musica la lascio accesa che questo posto ha bisogno di vibrazioni”. Ditemi che non vi ha strappato un sorriso l’immagine di Marcello, che lavora per ora sulla postproduzione della foto di una modella, mangiucchiando kinder, ascoltando Elisa e credendo di fare zen! Mi piace immaginare lui che leggerà queste righe, magari arrossendo un po’, oppure mentre lo racconta ai suoi amici, nel suo pub preferito, sorseggiando una birra e masticando un bell’hamburger con la pancetta. Tagliata spessa.

M. Tomasi, dalla serie Capital
M. Tomasi, dalla serie Dolce&Gabbana, PE 2008, One of a kind
M. Tomasi, dalla serie Dream in progress

Annunci

From → Penso

2 commenti
  1. Ti aspettavo.
    Vale sempre la pena aspettarti. =)

    Quanta bellissima gente e bellissime foto scopro qui.

    Abbracci

  2. 🙂 E tu Iara? A quando la prossima elucubrazione?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: