Skip to content

Ian Teh #China

26 giugno 2013

È proprio vero che l’ispirazione può giungere nei modi più inattesi. Per questo post è arrivata da Riccardo e già il fatto che un ipovedente mi faccia scoprire un fotografo è piuttosto inatteso – appunto.

It’s really true that inspiration can come in the most unexpected ways. For this post it arrived from Riccardo and the simple fact that a visually impaired person makes me discover a photographer is – in fact – rather unexpected.

Stavamo curiosando su Vimeo attraverso la sua parola chiave “rivoluzione industriale” e mi ha chiesto di aprire questo video.
Sono stata immediatamente “folgorata” dalla profondità di indagine di Ian Teh e dalla cura nei dettagli dello slideshow.
Mi piacciono le inquadrature tagliate, i colori forti, il fatto che le persone siano così piccole nella scena, come ingranaggi inseriti in un sistema economico enorme, sovrastante e inarrestabile.
Si tratta di un servizio che racconta una situazione drammatica, non del tentativo di drammatizzare una situazione.
Credo sia il lavoro più bello che ho visto negli ultimi x mesi. Credo che sia quel che si vede quando si nuota in apnea invece di galleggiare in superficie.

We were browsing on Vimeo using his keyword: “industrial revolution” and he asked me to open this video.
I was immediately “struck” by the depth of investigation of Ian Teh and the attention to details of the slideshow.
I like the cropped shots, strong colors, the fact that people are so small in the scene, such as gears placed in a huge, impending and unstoppable economic system.

It is a series that tells a dramatic situation, not the attempt to dramatize a situation.
I think it’s the best job I’ve seen in the last x months. I think that’s what you see when swimming in apnoea instead of floating on the surface.

Annunci

From → Penso

2 commenti
  1. Ciao, mi piace molto questo tuo modo di scoprire le cose e quindi poterle poi fotografare.
    Anch’io sono appassionata di foto e, guarda caso, ho una nipote che frequenta il 4° anno di una scuola di fotografia. Vedi, sempre il caso, come ci ha fatto incontrare?
    Grazie per essere passata da me e per avermi permesso di scoprirti. Ecco, vedi io vorrei imparare a fare delle foto di cucina, per il mio blog, un po’ meno anonime. Mi dai dei consigli? Grazie, a presto

  2. Grazie, sei gentilissima. Queste foto non le ho fatte io – magari! – ma mi piace farle conoscere a chi mi legge.
    Le fotografie di alimenti e piatti sono meno semplici di quel che si può immaginare e forse a te e tua nipote può interessare questo… https://annamola.wordpress.com/2013/01/26/corso-di-storia-della-fotografia-online/

    Alla prossima!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: