Skip to content

Fotografie e fiori marci

5 marzo 2014
Photo by  Jonathon Much

Photo by Jonathon Much

A qualche giorno dalla fine dell’esposizione “RAW moments” e di nuovo immersa in nuovi progetti, mi capita sotto gli occhi un annuncio molto “interessante”, che riporto qui sotto.

Few days after the end of the exposition “RAW moments” and again immersed in new projects, I found a very “interesting” announcement, which I reproduce below.

Il testo diceva:

Immagine

La lettura mi ha provocato una quantità tale di acido che ho deciso di condividerla per non esserne risucchiata.
Cara Signora/Signorina “fotografa”, sappi che quella che stai indegnamente esercitando è una professione non un passatempo che può fare chiunque. Se non sei abbastanza brava per farti pagare decentemente cambia lavoro invece di cercare di sottrarlo a chi lo fa seriamente! Inoltre, con questa specie di corsa al ribasso non fai altro che danneggiare le reputazione dei fotografi – quelli veri – che applicano un certo tipo di prezzi perchè hanno studiato e praticato la fotografia per anni, usano una certa attrezzatura, lavorano con una certa qualità e pagano le tasse e che per colpa di gente come te hanno sempre più difficoltà a farsi rispettare come professionisti!

Ora mi rivolgo alle coppie di sposi (nella remota ipotesi che ce ne siano tra i frequentatori di questo blog): supponete di leggere un annuncio simile da un fiorista, arrivate al giorno del vostro matrimonio e trovate tutto addobbato con fiori marci. Sareste contenti? Vi accontentereste sapendo che il vostro budget era davvero basso? Oppure pensereste che a quel punto sarebbe stato meglio non avere nulla? Ecco allora la domanda è: tenendo presente che, al contrario dei fiori, sono l’unico ricordo materiale che resterà di quel giorno, le vorreste delle foto marce?

Con questo concludo, prima di diventare aspra per davvero.

The announcement is about wedding photographer who claims to shoot services in accordance with any budget, although very low, inventing something “cute”.
Reading this caused me such a quantity of tartness that I decided to share it for not being sucked. 

Dear Mrs./Ms. “photographer”, know that what you are unworthily exercising is a profession not a hobby that anyone can do. If you’re not good enough for being decently paid, change your job instead of trying to take it away from those who do it seriously! In addition, with this kind of race to the bottom, you only damage the reputation of photographers – the real ones – apply a range of fees because they have studied and practiced photography for years, using an equipment, they work with quality and pay taxes and because of people like you they have increasingly complications to gain respect as professionals!

Now I turn to ones who are going to marry (in the unlikely event that there are between the visitors of this blog): suppose you read a similar announcement from a florist, you arrive at your wedding day and you will find all decorated with rotten flowers. Would you be happy? Would you be satisfied knowing that your budget was really low? Or would you think that it would have been better to have nothing at that point? And so the question is: bearing in mind that, unlike flowers, they are the only material recollection of that day, would you like rotten pictures?

I will end before becoming bitter for real.

 

Advertisements

From → Penso

4 commenti
  1. Un fiorista, sapendo che mi diletto con la fotografia, mi ha proposto una collaborazione del genere: proporre un pacchetto completo fiori + servizio fotografico. La mia risposta è stata simile a quello che hai scritto. Alla fine sono solo un dilettante, non ho né l’esperienza né l’attrezzatura per garantire un lavoro a regola d’arte: immortalare il giorno del matrimonio è una responsabilità troppo grande!

  2. Secondo me la ragazza-attrezzata-per-fare-fotografie (fotografa è troppo, ok) non è sposata, altrimenti capirebbe lei per prima il valore della fotografia di matrimonio. Vista la povertà lessicale/comunicativa, sarà sicuramente molto giovane o molto immatura. In entrambi i casi la fotografia di matrimonio sembra più un’opportunità per pagarsi la 1100D + 18-55 che una scelta professionale. Inutile attaccarla quindi: il fiore non è marcio, può darsi voglia sbocciare, magari si sta solo nutrendo con il concime sbagliato. Le proporrei il tuo corso della storia della fotografia online. Ovviamente lei ti dirà il suo budget, ma una colletta per farla studiare potrebbe essere un investimento per la categoria dei Fotografi. Quelli veri 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: