Skip to content

Follia post-sovietica: Martin Kollar

30 giugno 2014
M. Kollar, from series "Nothing special"

M. Kollar, from series “Nothing Special”

Premetto che adoro i fotografi di questo tipo e che ho tratto lo spunto per questo articolo da qui.
Martin Kollar è nato in un posto che nel 1971 era cecoslovacco e ora è slovacco e ha percorso 14mila km, dal 2000 al 2008 attraverso gli Stati dell’est Europa legati storicamente all’Unione Sovietica.

I start telling that I love this kind of photographers and I drew the inspiration for this article from here.
Martin Kollar is born in a place that was in Czechoslovak in 1971 and now is in Slovak. He has covered 14 thousand km, from 2000 to 2008 across the nations in East Europe, historically linked to the Soviet Union.

M. Kollar, from series "Nothing Special"

M. Kollar, from series “Nothing Special”

Il crollo di un’ideologia così forte, quale è stata quella del comunismo, è come una detonazione, le cui “scosse di assestamento” durano per decenni. Fino ad arrivare a situazioni buffe e certamente paradossali, per chi le sa visivamente cogliere.
Questo umorismo alla Martin Parr unito a scene che potremmo tranquillamente vedere in uno stream di Lorca di Corcia (ma senza essere posate) mi ha convinto e conquistato.
“Nothing Special” è il titolo di questa serie (che ora è un libro), ma qualcosa di speciale c’è, eccome. Date un’occhiata alle varie sezioni del suo sito: sono una più sfiziosa dell’altra!

The collapse of a so strong ideology, as the communism was, it’s like an explosion, whose “aftershocks” will last for decades. Until you get to comic and certainly paradoxical situations, for those who can visually catch them.
This humor typical of Martin Parr joined with scenes that we could easily see in a stream of Lorca Corcia (but without poses for camera) convinced and conquered me.
“Nothing Special” is the title of this series (which is now a book), but there is something special, all right. Take a look at the various sections of his website: each photo is fancier than the other!

M. Kollar, from series "Nothing Special"

M. Kollar, from series “Nothing Special”

M. Kollar, from series "Nothing Special"

M. Kollar, from series “Nothing Special”

M. Kollar, from series "Nothing Special"

M. Kollar, from series “Nothing Special”

Advertisements

From → Penso

One Comment
  1. ‘Sta roba affascina molto anche me…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: