Skip to content

A ogni inaugurazione qualcuno mi fotografa da dietro

30 marzo 2015
Foto di G. Ortenzi

Foto di G. Ortenzi

L’organizzazione di una mostra è sempre qualcosa di impegnativo, intenso, entusiasmante e ricco di sorprese.

The organization of an exhibition is always challenging, intense, exciting and full of surprises.

11033887_861787020526420_6625727677804111997_n

In questo caso c’è stata una serie di imprevisti/piccoli incidenti di percorso senza precedenti per me. Dalla macchina fotografica “morta” poche ore prima dell’inaugurazione, ai pacchi fermi in dogana (che mettono sempre un po’ di ansia), all’allestimento di un’opera durato tre ore. Ma è stata anche e sopratutto un’esperienza ricchissima dal punto di vista umano: è stata la mostra in cui ho conosciuto personalmente il maggior numero di autori partecipanti (sembrerà strano ma alcuni non li avevo mai incontrati, pur avendo collaborato con loro in più eventi); durante il vernissage si è creata un’atmosfera di festa e di voglia di stare insieme, coronata da una cena a base di ribollita e bistecche fiorentine. Dopo mesi di cooperazione virtuale, ho visto di persona Daniela e Roberta di Simultanea Spazi d’Arte, con cui ho seguito le ultime fasi dell’allestimento. Sandro Bini, media partner dell’evento e “toscanaccio”, mi ha accolto con grande ospitalità e insieme abbiamo cenato con Enrico Prada che, proprio in quei giorni, era a Firenze come docente di un workshop di Deaphoto.
Che dire infine di Firenze? Umida, sorprendente, ti lascia a bocca aperta.
In questi momenti mi sento grata per l’opportunità di fare questo lavoro.

In this case there was a series of unexpected/small mishaps unprecedented for me. From my camera “dead” a few hours before the inauguration, the parcels still at customs (thing that always causes a little of anxiety), to the mounting of an artwork that lasted three hours. But it was also and above all a very rich experience in human sense: it was the show where I have personally known the highest number of participating authors (it could sounds strange but I had never seen some of them, despite having worked with in more events); during the vernissage there was a festive atmosphere and the wish to be together, ended by a dinner with ribollita and Florentine steaks. After months of virtual cooperation, I have seen Daniel and Roberta of Simultanea Spazi d’Arte and we have followed the latter stages of the mounting. Sandro Bini, media partner of the event and very from Tuscany, welcomed me with great hospitality and we had a dinner together with Enrico Prada that, in those days, was in Florence as a lecturer in a workshop organized by Deaphoto.
What then about Florence? Moist, amazing, leaves you speechless.
In these moments I feel grateful for the opportunity to do this work.

11083634_861781707193618_8125468367101564466_n

13776_861782193860236_2631894604729636467_n

10312407_861781997193589_7597701468853825677_n

11035287_10204728161381697_410674030621389304_n

Advertisements

From → Uncategorized

4 commenti
  1. Complimenti per avercela fatta 🙂

  2. fuliggine permalink

    Che bel post, esce la tua passione da ogni singola parola.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: