Vai al contenuto

Navid Baraty -/- Intersection

18 ottobre 2012

 

N. Baraty, “Ginza, Tokyo”, 2009

Trovo molto interessante questa serie street photography di Navid Baraty (fotografo statunitense), “Intersection”, che “intreccia” New York e Tokyo.
Inizialmente ero rimasta colpita da queste costruzioni (quelle giapponesi), che con tutte queste linee geometriche, disegnate e costruite, e i pedoni così ben disposti, mi sembravano quasi ricostruzioni fatte coi Lego. Ma come tutte le foto che mi piacciono, mi ha portato a più interpretazioni.

N. Baraty, “Ginza, Tokyo”, 2009

La proverbiale precisione , l’ordine giapponesi si “intersecano” con riprese dall’alto (o dall’altissimo) di una caotica, piena New York.
Due metropoli a confronto, due fulcri di lavoro e produzione, ma anche due culture profondamente diverse, agli antipodi. Originale il paragone attraverso la street, genere forse inflazionato oggi, meno semplice di quel che si pensa da sviluppare. Quel che si dice: saper vivere l’anima di una città!
(Btw: ma a Tokyo piove sempre?)

N. Baraty, “Midtown, New York City”, 2011

I find very interesting this street photography’s series by Navid Baraty (American photographer), “Intersection” that “weaves” New York and Tokyo.
Initially I was impressed by these buildings (the Japanese ones), that with all these geometric lines, designed and built, and pedestrians so well arranged, looked almost like reconstructions made with Lego. But as all the pictures that I like, they took me to many interpretations.
The proverbial precision, the order of the Japanese culture “intersect” themselves with shots from above (very above) of a chaotic, full New York.

Two cities in comparision, two fulcrums of work and production, but two very different cultures also, poles apart. Original confrontation through the street photography, a kind perhaps inflated today, less simple than what you think to be developed. What they say: being able to experience the soul of a city!
(Btw: is always raining in Tokyo?)

N. Baraty, “Midtown, New York City”, 2012

N. Baraty, “Ginza, Tokyo”, 2009

N. Baraty, “Chelsea, New York City”, 2011

From → Penso

7 commenti
  1. queste belle foto sono il trionfo della grafica. infatti, la buona grafica è ovunque, basta saperla scovare. dimmi tu se non sembrano pronte per essere delle copertine di magazine, con tutti quei colori e quelle linee. sugli spazi grigi di asfalto basta posizionare i titoli.

  2. Anna sei sempre una fonte inesauribile di informazioni.
    Adoro queste geometrie metropolitane, la capacità di mantenere tutto reale non cadendo mai nella facile foto di architettura.
    Si sente odore di asfalto.

    • Pensavi mica di trovare la solita “robetta” su questo blog 😉
      Grazie, sono contenta di averti fatto scoprire un nuovo fotografo

  3. Toglie il fiato. Ti seguirò. Proponi gran belle cose.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: